Dai fiori alla tavola: mille usi per un prodotto sano e genuino.

SAPEVATE CHE ……il miele è stato considerato nei secoli come un vero e proprio farmaco, da utilizzare in diverse occasioni per la prevenzione e la cura di piccoli disturbi di salute, quando ancora i medicinali a cui siamo attualmente abituati non esistevano.

La scienza negli ultimi anni ha deciso di trovare conferme alla sua efficacia. Chi per ragioni etiche non lo consuma, può sostituirlo con il malto, di consistenza e di sapore piuttosto simile, negli usi di cucina e come dolcificante. Coloro che invece decidono di inserirlo nella propria alimentazione, dovrebbe sempre esprimere la propria preferenza verso miele biologico e grezzo, che non abbia cioè subito lavorazioni industriali tali da privarlo delle sostanze nutritive che lo compongono e dalle quali potrebbero trarre beneficio per la propria salute.

E’ un sedativo della tosse, proprietà antibiotiche, proprietà antinfiammatorie, contenuto di antiossidanti. Il miele è considerato come un alimento funzionale ricco di polifenoli.

Sapevate anche che ……il miele ottimo sostituto dello zucchero nei dolci…meno calorico (300 cal/100 g) ed è più ricco di proprietà benefiche senza dimenticare che è un prodotto tutto naturale. Il miele non è un semplice dolcificante ma un vero alimento molto nutriente ed energetico perchè i suoi zuccheri (ne contiene circa l’80% ) vengono subito assorbiti e forniscono energia di pronto impiego. E’ ricco di minerali , vitamine e di enzimi che favoriscono la digestione.
In cucina è un’alleato prezioso; ottimo impiegato per i dolci ma anche per dare un tocco speciale alle ricette salate.
Appena estratto il miele è fluido, poi tende a cristallizzare, eccetto quello d’acacia la qualità che preferisco utilizzare nei miei dolci da forno.
In cucina il miele è molto versatile; i più utilizzati sono il millefiori e quello di acacia, dal gusto delicato che non copre i sapori.
Il miele di castagno invece, è piuttosto amaro, si abbina ed esalta il sapore alla carne di maiale e ai formaggi, quello di tiglio aromatico è ottimo per i dessert.
Per sostituire lo zucchero con il miele negli impasti dei dolci, usate il 20% in meno di quello richiesto dalla ricetta, es. se la ricetta prevede 200 g di zucchero lo sostituite con 160 g di miele. Senza usare la bilancia per pesare il miele utilizzate un cucchiaio da minestra; il peso di un cucchiaio pieno di miele equivale a circa 18 grammi. Se invece utilizzate il miele reso liquido a bagnomaria un decilitro (100 ml) equivale a circa 120 g di miele. Tutti i mieli sono in origine allo stato liquido, ma alle temperature basse molti di essi cristallizzano e diventano solidi. Per farli tornare allo stato liquido è sufficiente riscaldarli a bagnomaria ad una temperatura che non superiore ai 40°.

 

DAL 20 AL 23 SETTEMBRE LOGGE DI BANCHI, PISA AVRETE MODO, SE VI VA, DI TROVARE UN SIMPATICO ESPOSITORE CHE DALLA CALABRIA PORTA  UN PRODOTTO CHE IN CASA NON DOVREBBE MAI MANCARE.

 

Autore : Esperia
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *