Il concerto di Mozart, tra sacralità e ribellione, col patrocinio di Esperia

Concerto

< La Messa Solenne KV 337 è un’opera unica, intramontabile, frutto del tormentato periodo Salisburghese di Mozart> ha spiegato il Maestro Diego Terreni. Un’opera ricca  di contrasti, pregna della ribellione che animava il compositore, in cui la sacralità si intreccia con spunti jazzisti, e il risultato è un’esecuzione briosa, assolutamente inusuale per il genere.

Un ringraziamento  particolare è stato rivolto agli sponsor, in particolare all’associazione Culturale  Calabrese Esperia di Pisa, rappresentata dal presidente Francesco Lochiatto e a Padre  Meucci, che ha messo a disposizione i locali della Chiesa per le prove e il concerto.

Complimenti al Maestro Diego Terreni e all’Associazione Corale Santa Luce .

 

Autore : Esperia
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *